Torna a Comunicati stampa

MOMENTI D'INGEGNO. PROSEGUONO GLI APPUNTAMENTI CON OSPITI DI SPICCO PROMOSSI DALL'ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI TRENTO

Mercoledì 30 novembre focus sul futuro urbanistico della città con Maurizio Tira, Rettore dell’Università degli Studi di Brescia e Presidente del Consiglio Direttivo del Centro Nazionale di Studi Urbanistici

Che volto avrà la città di Trento tra qualche anno, che direzioni prenderà il suo sviluppo urbanistico e quali sono le esigenze espresse da chi la vive? L'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trento prosegue la riflessione su questi temi con il ciclo di incontri “Momenti d'Ingegno”. L'iniziativa, lanciata nel corso dell'ultima assemblea generale dell'ordine lo scorso maggio, nasce con l'intenzione di avviare un positivo confronto tra tecnici e cittadini, con il contributo dei diversi attori che si occupano di urbanistica a livello locale, nazionale e internazionale. Mercoledì 30 novembre l'Ordine degli Ingegneri e la Fondazione Negrelli promuovono il convegno “Strategie e progetti per il futuro della città di Trento” con ospite l'ingegner Maurizio Tira, Rettore dell'Università degli Studi di Brescia e membro del Consiglio Direttivo del Centro Nazionale di Studi Urbanistici (CeNSU) del Consiglio Nazionale degli Ingegneri.

Il convegno sarà aperto dall'intervento del Presidente dell'Ordine degli Ingegneri del Trentino Antonio Armani, cui seguirà un'introduzione a cura del collega Giulio Andreolli. La parola passerà poi al professor Tira. La sua relazione offrirà stimoli al successivo dibattito al quale prenderanno parte il Sindaco di Trento Alessandro Andreatta egli ingegneriValentina Eccher, Danilo Balzan, Emiliano Leoni, Antonio Armani e Bruno Zanon (moderatore).

Il prof. Bruno Zanon introdurrà la tavola rotonda con una sua breve relazione, moderando poi il dibattito.

L'incontro sarà ospitato nella Sala S.a.s.s. a Trento, in Piazza Cesare Battisti, con inizio alle ore 17.00. Si rivolge ai professionisti come a tutti i cittadini interessati a far parte del dibattito sulle prospettive della città.

Il convegno: “Strategie e progetti per il futuro della città di Trento”

L’avvio della revisione del Piano regolatore Generale appare ormai prossimo e sta crescendo l’attenzione nei confronti di una occasione cruciale per ridisegnare la città. Dopo il primo incontro del luglio scorso, l’Ordine degli Ingegneri di Trento e la Fondazione Negrelli propongono una seconda occasione di riflessione e di dibattito sul futuro della città di Trento.

Nel primo incontro l’attenzione è stata rivolta da un lato alle condizioni attuali dello spazio urbano, tracciando un breve bilancio di cinquanta anni di pianificazione, dall’altro alle sfide del disegno urbano, con la testimonianza di un protagonista dell’architettura europea, João Luís Carrilho Da Graca.

Si propone ora di approfondire il senso della città quale snodo tra reti e luoghi, tra connessioni ecologiche, sistemi di trasporto, relazioni sociali e spazi di vita. Trento vive in proposito numerose sfide, essendo posta al centro del sistema alpino, nel fondovalle di uno dei grandi corridoi europei. Le domande che emergono sono pertanto numerose: quali problemi per il futuro delle reti di trasporto - locali e internazionali? Quali criticità e quali opportunità provengono dal contesto ambientale? Quale ruolo per Trento città universitaria e della ricerca nelle reti di relazioni immateriali, della conoscenza, dell’economia?

Il centro del ragionamento rimane il ruolo del progetto, alle diverse scale. Su questo si intende insistere, nella convinzione che solo una elevata qualità del processo di pianificazione - a partire dalla chiarezza degli obiettivi e dalla profondità dei momenti di confronto - possano garantire l’elaborazione di uno strumento urbanistico che sia non solo regola ma quadro di indirizzo, riferimento e stimolo per la costruzione di uno spazio urbano qualificato. Si tratta sia di stimolare la qualità della committenza - pubblica e privata - sia di mettere gli operatori tecnici nelle condizioni di fornire un contributo davvero qualificato.

L'incontro rappresenta l'impegno degli enti promotori verso il sostegno delle riflessioni e delle proposte per un città proiettata al futuro.

Maurizio Tira

Maurizio Tira, ingegnere e Professore Ordinario di Tecnica e Pianificazione urbanistica, è Rettore dell’Università degli Studi di Brescia.

Insegna Tecnica Urbanistica e Environmental Analysis and Assessment. Oltre alle attività didattiche e di ricerca, svolge attività professionale in materia di pianificazione urbanistica ed ambientale, valutazione di impatto, accessibilità e sicurezza dell'ambiente urbano, pianificazione del traffico e della mobilità sostenibile. È stato responsabile di ricerche europee sui temi della sicurezza stradale e ha partecipato a reti di ricerca COST in materia di infrastrutture urbane, qualità dell’ambiente urbano e pianificazione.

Membro esperto dell'European Transport Safety Council (ETSC) e dell’OCSE- International Transport Forum, ha lavorato sui temi della valutazione del rischio, della sicurezza del trasporto, delle politiche di sicurezza stradale. E’ tra i promotori della conferenza internazionale “Living and walking in cities”, che si tiene annualmente a Brescia da molti anni.

Autore di numerosi articoli su riviste nazionali ed internazionali e di diverse monografie, è membro di comitati di redazione di riviste scientifiche.

E’ presidente del Centro Provinciale studi Urbanistici presso l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia, Presidente della Associazione Agende 21 locali italiane, ed è stato membro per diversi anni del direttivo della Società Italiana degli Urbanisti.

Programma

Presentazione dell’iniziativa

Antonio Armani, Presidente Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri, Trento

  • Introduzione ai temi del convegno

               Giulio Andreolli

  • La città tra reti e luoghi

               Maurizio Tira, Docente di Tecnica e Pianificazione Urbanistica - Rettore dell’Università degli Studi di Brescia. Presidente del Consiglio Direttivo del Centro Nazionale di Studi Urbanistici - CeNSU - Consiglio Nazionale degli Ingegneri

  • Riflessione su: Qualità del piano, qualità del progetto

               Introduce Bruno Zanon

               Contributi di: Valentina  Eccher, Danilo Balzan, Emiliano Leoni, Antonio Armani

  • Partecipa:

               Alessandro Andreatta - Sindaco della città di Trento