Quota annuale

Con delibera n. 200505 assunta in data 16 marzo 2020, il Consiglio ha così fissato l'entità del contributo alle spese dell'Ordine per il corrente anno 2020 a carico degli iscritti all'Albo.

- € 150,00 per iscritti laureati negli anni 2018 e 2019;
- € 200,00 per iscritti laureati nell'anno 2017 e precedenti;
- € 400,00 per le Società tra professionisti.

- Per gli iscritti che al 31/12/2019 abbiano compiuto i 75 anni di età, non è richiesto alcun importo.

Tenuto conto della difificoltà che sta provocando l'emergenza Covid-19 la scadenza del pagamento per il contributo alle spese dell'Ordine 2020 è fissata in un unica rata al 31 luglio 2020 (rispetto alla usuale scadenza del 31 maggio).

L'incasso delle quote 2020, come già deliberato nella seduta del 09/12/2019, sarà affidato a Trentino Riscossioni spa.

Il mancato pagamento del contributo annuale entro il termine fissato darà l'avvio al procedimento di “giudizio disciplinare” giusta previsione dell'art. 2 L. 536/1949 (“Coloro che non adempiono al pagamento sono passibili di sospensione dall'esercizio della professione a tempo indeterminato, osservate le forme del procedimento disciplinare”).

La sospensione viene revocata dal Presidente del Consiglio di disciplina dopo il pagamento delle somme dovute a titolo di contributo annuale, degli interessi di mora e della maggiorazione per spese legate al funzionamento del Consiglio di disciplina e delle spese vive legate alla pratica (giusta delibera del Consiglio dell'Ordine n. 140509 di data 17 febbraio 2014”).

Si darà corso alla procedura di riscossione coattiva del credito. In tal caso, in attuazione del disposto di cui all'art. 4 della L. 07/08/90, n. 241 e salva ogni diversa facoltà concessa dalle vigenti normative, entro il termine di giorni 30 dalla notifica della cartella esattoriale potrà essere proposto ricorso al Consiglio dell'Ordine avverso l'iscrizione a ruolo.

Il ricorso non interrompe il termine di pagamento.

In caso di trasferimento l'iscritto paga il contributo annuale all'Ordine al cui albo risulta iscritto all'1 gennaio dell'anno in cui avviene il trasferimento.

In caso di decesso dell'iscritto, sarà emesso discarico amministrativo della quota, se non scaduta.

Per l'anno o frazione di anno solare di prima iscrizione, non viene richiesto il pagamento del contributo.

« torna Indietro