Offerta formativa e regolamento

Le attività formative proposte dall'Ordine/Fondazione rilasciano i CFP agli Ingegneri iscritti all'albo, nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento e delle Linee di Indirizzo per l'aggiornamento della competenza professionale.

Il Regolamento per l'aggiornamento della competenza professionale degli ingegneri, pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n.13 del 15/07/2013, disciplina le attività che regolano l'aggiornamento continuo dei professionisti iscritti all'Albo degli Ingegneri, in attuazione dell'art. 7 del D.P.R. 07/08/2012 n. 137 (Regolamento di riforma degli ordinamenti professionali).L'obbligo di aggiornamento della competenza professionale decorre dal 01/01/2014.

Accedi alla piattaforma formativa dell'Ordine/Fondazione ed iscriviti agli eventi

Soggetti obbligati all'aggiornamento della competenza professionale

L'aggiornamento della competenza professionale è rivolta al professionista iscritto all'albo. Il Regolamento parla di "professionista" così come definito ai sensi dell'art. 1, comma 1, lett. b del DPR 07/08/2012 n. 137: "[omissis] per «professionista» si intende l'esercente la professione regolamentata di cui alla lettera a)". L'art. 1, comma 1, lett. a del DPR 07/08/2012 n. 137 definisce «professione regolamentata» come [omissis] l'attività', o l'insieme delle attività', riservate per espressa disposizione di legge o non riservate, il cui esercizio e' consentito solo a seguito d'iscrizione in ordini o collegi subordinatamente al possesso di qualifiche professionali o al l'accertamento delle specifiche professionalità [omissis].

CFP per poter esercitare

Il professionista non deve scendere sotto i 30 CFP per poter esercitare la professione (art. 3 del Regolamento). Al termine di ogni anno solare vengono detratti ad ogni iscritto 30 CFP dal totale posseduto. Al raggiungimento degli zero CFP, non vengono attuate ulteriori detrazioni. A prescindere dalla attività formativa svolta, il numero massimo di CFP cumulabili è 120. Qualora un iscritto abbia esercitato la professione senza aver assolto all'obbligo di aggiornamento della competenza professionale il Consiglio dell'Ordine territoriale di appartenenza è tenuto a deferirlo al Consiglio di Disciplina territoriale per le conseguenti azioni disciplinari.

Modalità di acquisizione dei CFP

L'iscritto è libero di scegliere le attività che intende svolgere tra quelle riconosciute ai sensi degli articoli 4 - 5 - 6 (apprendimento non formale, informale, formale) del Regolamento.

Attività formative riconosciute

L'attività formativa riconosciuta sarà erogata dall'Ordine oppure da enti autorizzati dal CNI, previo parere vincolante del Ministero della Giustizia (art. 7 del Regolamento). Tutta l'attività promossa da Enti non autorizzati dal CNI non sarà riconosciuta.

Obblighi e CFP riconosciuti ai neo-iscritti

Il numero di CFP che vengono riconosciuti ad un neo-laureato varia in relazione alla decorrenza tra l’anno di conseguimento dell'abilitazione e l'anno d'iscrizione all'albo, come sotto riportato:
- in caso di prima iscrizione all'Albo entro 2 anni dal conseguimento dell'abilitazione: 90 CFP;
- in caso di prima iscrizione all'Albo dopo 2 e fino a 5 anni dal conseguimento dell'abilitazione: 60 CFP;
- in caso di prima iscrizione all'Albo dopo 5 anni dal conseguimento dell'abilitazione: 30 CFP.
I crediti conferiti al momento della prima iscrizione comprendono 5 CFP sull'etica e deontologia professionale da conseguire obbligatoriamente entro il primo anno solare successivo a quello di iscrizione.

Apprendimento non formale: dove reperire le informazioni

L'offerta formativa organizzata dall'Ordine degli Ingegneri della provincia di Trento è consultabile sul sito: http://formazione.fondazionenegrelli.it
I singoli iscritti vengono informati costantemente sulle offerte formative tramite l'invio della newsletter "Corsi e Seminari".
L'offerta formativa promossa anche dai provider autorizzati dal CNI è consultabile online sul sito: http://www.formazionecni.it

Autocertificazione 15 CFP

L'istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI (e NON all'Ordine provinciale) mediante una COMPILAZIONE ONLINE di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione www.mying.it 

Ogni anno il CNI comunica i termini di apertura per la presentazione delle domande e la relativa scadenza.

Eventi formativi – norme generali

Le attività formative proposte dall'Ordine/Fondazione rilasciano i CFP agli Ingegneri iscritti all'albo, nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento e delle Linee di Indirizzo per l'aggiornamento della competenza professionale.

Riportiamo in maniera schematica le caratteristiche degli eventi ed i relativi CFP, nonché i requisiti che li caratterizzano (la tabella dettagliata è presente all'interno del Regolamento dell'aggiornamento della competenza professionale – Allegato A):

 
 CORSISEMINARICONVEGNI/VISITE TECNICHE

Crediti attribuibili (sempre con il criterio di 1h=1CFP)

* (a prescindere dalla attività formativa svolta, il numero massimo di CFP cumulabili è 120)

illimitati*max 6max 3 evento/ max 9 CFP/anno
Durata oraria max della parte formativaillimitatamax 6 oreillimitata
Accertamento efficacia formativa (test, colloquio, prova pratica, ecc..)obbligatoriafacoltativanon prevista
Valutazione qualità percepitaobbligatoriaobbligatorianon prevista

 

I professionisti iscritti ad altri Ordini/Collegi possono partecipare agli eventi proposti, ma per il rilascio dei CFP devono fare riferimento al proprio regolamento per la formazione continua e pertanto sarà loro cura informarsi presso il proprio Ordine/Collegio di appartenenza.

Assenze: rilascio CFP e attestato

Per gli eventi formativi organizzati su più giornate o moduli, i CFP sono riconosciuti solo per la presenza pari ad almeno il 90 % del tempo di durata complessiva prevista.

Nel caso di eventi formativi organizzati su singole giornate, i CFP sono riconosciuti solo per la presenza all'intero evento formativo.

Per gli eventi formativi che sono disciplinati da normativa specifica, per il massimale di assenze, si rimanda alla normativa di riferimento (ad esempio: D.M. 5 agosto 2011 – antincendio, ecc..).

Info su pagamenti e ritiri

All'atto dell'iscrizione al corso/seminario/convegno il professionista dovrà versare l'intera quota con le modalità previste all'interno della piattaforma. Il mancato versamento della quota comporta la non iscrizione all'evento.

L'importo pagato all'atto dell'iscrizione sarà restituito solo nel caso in cui il ritiro avvenga sette giorni prima dell'inizio del corso, inviando una mail all'indirizzo formazione@fondazionenegrelli.it

La disdetta/ritiro dopo i sette giorni comporterà la fatturazione dell'intera quota.
La disdetta/ritiro dopo l'inizio dell'evento comporterà la fatturazione dell'intera quota.
Nel caso di annullamento dell'evento, verrà assicurata la restituzione dell'intero importo versato all'atto dell'iscrizione.

La partecipazione agli eventi organizzati dall'Ordine/Fondazione è vincolata dal saldo delle fatture dei corsi frequentati in precedenza.

Coloro che si iscriveranno agli eventi senza aver saldato le quote pendenti saranno cancellati di default e ne sarà preclusa la partecipazione fino alla regolarizzazione di quanto dovuto.

 

« torna Indietro